Albarese | Parco Naturale delle Maremma

Capalbio


Colline Metallifere


la costa Toscana

Crete Senesi


         
Abbazia di Monte Oliveto Maggiore

Grosseto


Manciano


Montagnola Senese


Montalcino

Monte Amiata

Montepulciano

Prato

Scansano

Siena

          Fonti di Siena

Sorano

Sovana

Val d'Elsa

Val d'orcia

          Montalcino

          Pienza

          Sant'Antimo

          San Quirico d'Orcia

          Radicofani

          Walking in the Val d'Orcia


Val di Chiana


         Montepulciano

         Montefollonico


Valle d'Ombrone

 

 

 

 

 

 

 





 
La Costa Toscana

Villa Granducale.jpg

 

 

Veduta frontale della Villa Granducale di Alberese, Grosseto [1]

Toacana ] Galleria di immagini  
     
   


Villa Granducale di Alberese, Grosseto


   
   

La Villa granducale di Alberese, situata su un'altura che domina il borgo di Alberese, nel Parco naturale della Maremma, è stata edificata nel corso del XV secolo come sede dell'Ordine dei cavalieri di Malta. Divenuta successivamente dimora granducale, subì sostanziali lavori di ristrutturazione nel corso del XVIII secolo, che trasformarono l'antico edificio in villa-fattoria, ad opera dei Lorena. Attualmente è sede dell'azienda agricola di Alberese, centro di rappresentanza della Regione Toscana, istituita nel 1999.

 
   
   

Mappa Villa Granducale di Alberese | Ingrandire mappa


 
   

Fattoria Granducale di Alberese

Sulla collina che domina il paese sorge la villa-fattoria della tenuta granducale, oggi sede dell’Azienda agricola di Alberese. Nata nel 1470 come fortilizio, fu voluto dal priore dell’Ordine dei Cavalieri di Malta, proprietario della tenuta, del quale rimane lo stemma di famiglia sulla facciata.
Nel Cinquecento il complesso passò alla famiglia dei Medici e vicino all’edificio principale venne costruita la cappella gentilizia dedicata a san Rabano e a san Giovanni Battista, oggi conosciuta come chiesa di Sant’Antonio Abate. Nei primi anni del XVII secolo il castello fu ridotto a fattoria da un priore di casa Medici; passato successivamente ai Principi Corsini di Firenze, fu adibito ad abitazione del personale di servizio. Nel 1839 la tenuta fu acquistata da Leopoldo II di Lorena, che la utilizzò come residenza per seguire direttamente le grandi opere di bonifica del territorio. Considerata un bene austriaco in Italia, in seguito alla Prima Guerra Mondiale fu espropriata e affidata all’Opera Nazionale Combattenti che in pochi anni bonificò i terreni restituendo centinaia di ettari alla coltura.
Acquisita infine nel 1979 dalla Regione Toscana, il complesso della villa-fattoria fu restaurato e trasformato in centro di rappresentanza dell’Azienda agricola di Alberese, divenuta una delle maggiori aziende regionali italiane.
All’interno degli edifici dell’azienda è oggi conservata la statua romana dell’imperatore Gallieno, rinvenuta nel 1850 alla foce dell’ Albegna.[2]


Walking in Tuscany | Walking through nature reserves and beaches in the Maremma, in southern Tuscany 

Parco Naturale della Maremma | Mappa

 

Galleria Parco naturale della Maremma

 

   
Cala di forno   Parco Naturale delle Maremma, beach   Villa Granducale di Alberese Grosseto

Cala di Forno

 

  Parco Naturale delle Maremma, spiaggia   Villa Granducale di Alberese

Photo album Abbey of Sant'Antimo



   
OmbroneFoce1   Bocca d'Ombrone, Torre della Trapola vicino a Principina di Grosseto  
Bocca d'Ombrone, Principina di Grosseto  

Bocca d'Ombrone, Torre della Trapola vicino a Principina di Grosseto

 

 

 

 

Follow us on Instagram  Follow us on Instagram

 

[1] Foto Di Vinattieri Matteo, rilasciata nel pubblico dominio.
[2] Fonte: Parco degli Etruschi | www.parcodeglietruschi.it

Questo articolo è basato sull'articolo Grosseto dell' enciclopedia Wikipedia ed è rilasciato sotto i termini della GNU Free Documentation License.