Abbadia San Salvatore

Abbadia di Sant'Antimo


Acquapendente


Arcidosso


Arezzo


Asciano


Badia di Coltibuono


Bolsena Lago


Bomarzo


Buenconvento

Campagnatico


Castell'Azarra


Castellina in Chianti


Castiglione d’Orcia

Castelnuovo Bererdenga


Castiglioncello Bandini


Castiglione della Pescaia

Celleno


Città di Castello

Cività di Bagnoregio


Gaiole in Chianti

Iris Origo

La Foce


Manciano


Maremma


Montalcino


Monte Amiata


Montecalvello

Montefalco

Montelaterano (Arcidosso)

Montelifrè

Montemerano


Monte Oliveto Maggiore

Monticchiello

Monticiano

Orvieto

Parco Naturale della Maremma

Piancastagnaio

Pienza


Prato

Pitigliano


Rocca d'Orcia

Roccalbegna


San Bruzio


San Galgano


San Quirico d'Orcia


Sansepolcro


Santa Fiora


Sant'Antimo


Sarteano


Saturnia


Scansano


Sinalunga


Sorano

Sovana

Sovicille


Talamone

Val di Chiana

Val d'Orcia

Vetulonia

Volterra




 

             
 
Mastio della Fortezza di Radicofani
 
Mastio della Fortezza di Radicofani [1]

 

 
       
   

Radicofani | Mastio della Fortezza di Radicofani

 


   
   

La fortezza ha una pianta quasi triangolare ed è dotata di un possente mastio che oggi si presenta in buono stato grazie ai lavori di restauro effettuati nel 1929 (il mastio è stato oggetto di una completa ricostruzione, con forma molto differente rispetto all’originale). All’interno del mastio è oggi ospitato il museo, con reperti rinvenuti nel corso degli scavi archeologici eseguiti durante il recente restauro. Interessanti sono anche i resti degli altri lati del nucleo più antico, con resti di beccatelli per la difesa e delle altre torri d’angolo. Attorno a questa si svolge la prima cerchia della fortezza bastionata costruita in belle pietre da taglio, con quattro lati irregolari, oggetto di un importante lavoro di restauro che li ha riportati al loro antico splendore. La rocca fu in seguito ampliata verso nord, essendo il lato sud già naturalmente protetto da una forte scarpata, ma di queste mura non restano grandi tracce, ad eccezione dei bastioni d’angolo al fianco di uno dei quali si apre l’antica porta d’accesso. Le due fortezze cingono in pratica l’intera rupe basaltica su livelli differenti, rendendo quasi impossibile raggiungere il cuore della fortificazione da qualsiasi lato. Dal gennaio 1999 la fortezza è stata riaperta al pubblico, oggi è interamente visitabile, compresi tutti i camminamenti sotterranei e le postazioni di tiro.[2]



 
   
   

Mappa Radicofani - Veduta dalla rocca | Ingrandire mappa


 
   
Photo album Abbey of Sant'Antimo

   
081213 picture radicofani-old-town   RadicofaniBorgoPanorama  
San Quirico d'Orcia - lo.tangelini
Radicofani - Veduta dalla rocca  

Radicofani - Veduta dalla rocca

 

 

Val d'Orcia album

 

Radicofani - Crete Senesi, veduta dalla Rocca di Radicofani   Radicofani - Chiesa di San Pietro   Radicofani, Porta della Fortezza

Radicofani - Crete Senesi, veduta dalla Rocca di Radicofani

 

  Radicofani - Chiesa di San Pietro   Porta della Fortezza


[1] Foto di LigaDue, licenziato in base ai termini della licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale
[2] Fonte:Amiata&Dintorni | Rocca di Radicofani


 

 

Questo articolo è basato sull'articolo Radicofani dell' enciclopedia Wikipedia ed è rilasciato sotto i termini della GNU Free Documentation License.