Albarese | Parco Naturale delle Maremma

Capalbio


Colline Metallifere


la costa Toscana

Crete Senesi

         
Abbazia di Monte Oliveto Maggiore

Grosseto


Manciano


Montagnola Senese

         Walking in the Montagnola senese


Montalcino

Monte Amiata

         Walking on Monte Amiata


Montepulciano

Prato

Scansano

Siena

          Fonti di Siena

Sorano

Sovana

Val d'Elsa

Val d'orcia

          Montalcino

          Pienza

          Sant'Antimo

          San Quirico d'Orcia

          Radicofani

          Walking in the Val d'Orcia


Val di Chiana

         Montepulciano

         Montefollonico


Valle d'Ombrone

 

 

 

 

 

 

 





 
La Costa Toscana

Casa Rossa Ximenes Castiglione della Pescaia2.jpg

La Casa Rossa Ximenes a Castiglione della Pescaia [1]


Toscana, Galleria di immagini  
     
   
La Casa Rossa Ximenes a Castiglione della Pescaia

   
   

La Casa Rossa Ximenes è un edificio situato a Castiglione della Pescaia. La sua ubicazione è a est del centro abitato, all'estremità occidentale dell'area palustre della Riserva naturale Diaccia Botrona.


Storia

Il complesso fu costruito da Leonardo Ximenes nel 1765, durante i lavori di bonifica della Maremma grossetana, che in quest'area dovevano portare al prosciugamento dell'antico Lago Prile, o Lago di Castiglione, attraverso un'imponente opera ingegneristica di canalizzazione.@

Lo Ximenes fu incaricato di effettuare i lavori di bonifica dai granduchi di Lorena, le cui opere furono definitivamente concluse soltanto negli anni cinquanta del secolo scorso.

La costruzione della Casa Rossa era finalizzata unicamente per il controllo del flusso delle acque tra la vasta area palustre ed il vicino Mar Tirreno.

 
   
   

Mappa La Casa Rossa Ximenes | Ingrandire mappa


Aspetto attuale

La Casa Rossa Ximenes si presenta come un caratteristico complesso architettonico costituito da un corpo di fabbrica principale che poggia su una struttura a tre arcate, sotto la quale passano le acque che dalla Diaccia Botrona tendono a defluire verso il mare. Il corpo di fabbrica principale, che si articola su due livelli, è addossato su ciascun lato ad un altro corpo di fabbrica.

Sui due livelli del corpo di fabbrica principale si aprono una serie di finestre di forma quadrangolare, ciascuna delle quali è separata da quella attigua da una lesena che attraversa verticalmente l'intera facciata; sui corpi di fabbrica laterali che presentano un livello in meno vi è soltanto una finestra tamponata. Dal lato meridionale del complesso origina un ponte a cinque ordini di arcate che unisce l'area del complesso architettonico alla zona palustre prospiciente.

Sotto il corpo principale del fabbricato vi è il sistema di cateratte ideato da Leonardo Ximenes per permettere di controllare il flusso delle acque.

All'interno del complesso architettonico è ospitato il Museo multimediale della Casa Rossa Ximenes.

Il complesso è servito da location per un episodio del film del 2011 Manuale d'amore 3.

 

 
   

Galería Fotográfica della Costa Toscana

Gallería Fotográfica di Castiglione della Pescaia e della Costa Toscana

 

   
La Riserva Naturale della Diaccia Botrona e Castiglione della Pescaia   Casa Rossa Ximenes e Diaccia Botrona dal Castello Castiglione della Pescaia   Il Padule dall'Isola Clodia - panoramio

La Riserva Naturale della Diaccia Botrona e Castiglione della Pescaia

 

 

Il Padule della Diaccia Botrona e la Casa Rossa Ximenes

 

 

Il Padule dall'Isola Clodia

 

 

Anello Riserva Naturale della Diaccia Botrona - La Casa Rossa Ximenes - Baddia al Fango | Il sentiero n° 31 o RET 010 | 14 km | 3 ore circa | gpx


Traveling in Tuscany| Holiday homes in southern Tuscany | Podere Santa Pia


La Casa Rossa Ximenes sul sito della Soprintendenza di Siena e Grosseto: comune di Castiglione della Pescaia -> catalogo n. 00163056, sbap-soprintendenza-siena-catalogo.it.




[1] Foto di Petitverdot: Matteo Vinattieri - Own work, CC BY 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=5603068



Questo articolo è basato sull'articolo Casa Rossa Ximenes dell' enciclopedia Wikipedia ed è rilasciato sotto i termini della GNU Free Documentation License.